2000-01-19 00:00:00.0

Andrea Guerra nominato Amministratore Delegato

Raggiunto nel 1999 un margine operativo del 5%

Roma, 19 gennaio 2000 - Vittorio Merloni ha informato il Consiglio di Amministrazione che, alla scadenza del suo mandato triennale, Francesco Caio ha espresso il desiderio di lanciare nuove iniziative imprenditoriali, tra cui una che la Merloni Elettrodomestici avvierà nel settore delle tecnologie digitali. Su proposta del Presidente, il CdA ha quindi cooptato nel Consiglio Andrea Guerra, attuale Direttore Generale della Società, e lo ha nominato Amministratore Delegato. Andrea Guerra, 34 anni, è tra i più giovani Amministratori Delegati delle società italiane quotate in Borsa. Entrato in Merloni nel 1994 ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità nei settori commerciali, produttivi e servizi centrali. Guerra sostituisce in Consiglio Aristide Merloni. A ricoprire il ruolo di Direttore Generale è stato nominato Marco Milani, 45 anni, entrato in Merloni nel 1980. Milani ha ricoperto successivamente responsabilità crescenti prima in Italia e negli ultimi 5 anni in diversi Paesi Esteri. In questo contesto il Consiglio di Amministrazione ha valutato positivamente l’effettuazione di uno spin off delle attività legate allo sviluppo della tecnologia digitale, applicata agli elettrodomestici Ariston Digital, in una società separata denominata WRAP Inc. (WRAP, Web Ready Appliances Protocol, è una tecnologia sviluppata dalla Merloni che permette agli elettrodomestici di dialogare tra di loro e con le reti di telecomunicazioni, in particolare con Internet). Il Consiglio ha dato mandato a Francesco Caio di curarne l'avvio operativo e di seguirla come Vice Presidente e futuro azionista. Nei prossimi mesi Caio avvierà anche un’iniziativa a livello Europeo nelle telecomunicazioni nella quale Vittorio Merloni sarà tra gli investitori. “Sono grato all’Ing. Caio, che resta nella Società come Consigliere, per i risultati ottenuti e per il suo contributo” - ha detto Vittorio Merloni.- “ In questi anni abbiamo insieme avviato il processo di managerializzazione e messo le basi per una fase di ulteriore sviluppo. Sono certo che Andrea Guerra e Marco Milani, per le loro doti personali e professionali e per la profonda conoscenza che hanno sviluppato nella nostra Società sapranno guidare la Merloni verso gli obiettivi di crescita che ci siamo dati per i prossimi anni.” Il Consiglio ha anche analizzato i dati preliminari dell’andamento economico e finanziario del 1999. L’anno si chiude con una crescita marginale dei volumi consolidando le quote nei mercati dell’ Europa occidentale, mentre le vendite nell’Est Europa, mercati ancora interessati da un andamento recessivo, hanno causato una flessione del fatturato complessivo di circa il 3% rispetto allo scorso anno. La riduzione dei costi industriali e di struttura ha consentito alla Merloni Elettrodomestici di raggiungere un margine operativo di 136 miliardi di lire (70,242 milioni di Euro) pari al 5% del fatturato, in aumento di un punto percentuale rispetto al 1998. L’indebitamento netto, inferiore a 200 miliardi di lire (circa 103 milioni di Euro) è in ulteriore diminuzione rispetto al 1998, nonostante gli investimenti produttivi dell’anno siano stati pari a 175 miliardi di lire (90,386 milioni di Euro). Nel bilancio, ancora in corso di revisione da parte della società di certificazione, il risultato ante imposte sarà sostanzialmente in linea con l'anno passato, pur includendo oneri straordinari di ristrutturazione per un valore di 24 miliardi di lire (12,396 milioni di Euro)

site policy | privacy notice | © Indesit Company | Company info